giovedì, Febbraio 29, 2024
spot_imgspot_img
HomeItalpress Top NewsBagetta (ConTe.It) “Il mondo assicurativo è in continua trasformazione”

Bagetta (ConTe.It) “Il mondo assicurativo è in continua trasformazione”

ROMA (ITALPRESS) – “Noi di ConTe.it siamo un marchio italiano di Admiral, uno dei principali gruppi assicurativi inglesi, con un portafoglio già ben diversificato in altre linee oltre a quella dei veicoli, come casa, travel e animali. Di recente abbiamo lanciato iniziative al di fuori del business assicurativo, in Inghilterra è nata Admiral Money, società di prestiti al consumo, è nata anche in Italia con ConTe prestiti. Il mondo assicurativo sta cambiando, negli ultimi anni ci sono trasformazioni molto forti. A seguito del Covid, i fenomeni creati sono di diversa natura, da una parte i clienti sempre più vicini alle tematiche digitali, al contempo si è creata una certa tensione, una crisi, sia a causa dell’inflazione crescente, sia perchè i sinistri sono sempre più costosi”. Lo ha detto in un’intervista all’Italpress Antonio Bagetta, CEO di ConTe.it, gruppo assicurativo italiano del marchio Admiral, nato a Roma nel 2008: “Le polizze online sono identiche a quelle stipulate nel settore tradizionale – ha assicurato – Un prodotto nel mercato ‘motors’ è paragonabile a qualsiasi altro prodotto del business tradizionale. Garantiamo una facilità d’uso e una reattività ai servizi tendenzialmente migliore rispetto a quella degli altri canali”.
“Siamo in grado di erogare polizze in real time, il cliente con pochissimi clic può ricevere la sua polizza direttamente nella sua mail – ha aggiunto – Anche l’apertura dei sinistri viene gestita in tempi notevolmente più rapidi grazie a tecnologie facilitanti”. E sui sinistri provocati dal cambiamento climatico: “Probabilmente è una delle cose che spaventa di più gli assicuratori. Se guardiamo quanti sinistri di grandi dimensioni ci sono e anche la loro severity, ovvero la complessità e il costo, sono tanti di più e più costosi – ha spiegato Bagetta – L’incertezza viene anche dal fatto che non sappiamo nei prossimi anni esattamente cosa accadrà. Dal mio punto di vista, i cambiamenti climatici sono già un fatto che pesa in modo importante sui conti economici delle compagnie assicurative. Nel futuro visti i trend non può che andar peggio. Il compito degli assicuratori è di riuscire a bilanciare gli aspetti finanziari con l’assistenza alla clientela, la promessa che facciamo è aiutarli nel momento più complicato”.
E per quanto riguarda il possibile e imminente inserimento dell’obbligatorietà di assicurazioni anche per biciclette, monopattini e in generale per la micro mobilità sostenibile: “E’ un tema estremamente caldo. In molti paesi sono già obbligatorie le coperture, dal mio punto di vista sarebbe opportuno introdurle anche in Italia, con il principale obiettivo di tutelare i nostri clienti, tutelare i cittadini italiani e a tal fine l’introduzione queste misure sarebbe un fortissimo segnale di tutela nei loro confronti – ha commentato – Non so cosa accadrà nel breve periodo, non sono convinto che verranno realmente inserite, ma con il principio di salvaguardare i cittadini dal mio punto di vista è opportuno farlo”.
Infine, uno sguardo alle tematiche di welfare aziendale, visto che ConTe e Admiral sono nelle prime posizioni delle classifiche legate al benessere dei dipendenti: “Il gruppo Admiral è da sempre estremamente attento alle esigenze del proprio personale. E’ recentissima la notizia per la quale siamo il tredicesimo miglior posto al mondo in cui lavorare – ha ricordato con orgoglio – Se è stato possibile è perchè siamo sempre stati convinti, a cominciare dal nostro fondatore, che chi ama quel che fa, lo fa meglio”.
“Le iniziative sono tantissime, a partire da ‘genitori contentì, con l’obiettivo di supportare la natalità all’interno della nostra organizzazione, con cui dotiamo i genitori di orari di lavoro più flessibili perchè sappiamo che per un neo genitore è complicato gestire i carichi lavorativi – ha concluso – Infine, mettiamo diversi corsi, come yoga, pilates e quant’altro per i nostri dipendenti, in modo tale che anche nelle pause di lavoro ci sia la possibilità di fare questo tipo di attività”.

– foto Italpress –
(ITALPRESS).

ARTICOLI CORRELATI
spot_img
× Come Possiamo Aiutarti?